associazione culturale

"per un mondo migliore"

Ritmo Esplosivo

ritmo-esplosivo

 

Ritmo Esplosivo

Vi diamo il resoconto dell'evento "Ritmo Esplosivo" con Cinzia Honnorat ed i Pangea che Noventa Vicentina ha già ospitato in data primo giugno presso la sala concerti dell'Associazione Culturale "per un mondo migliore" in Via delle Arti.

A fine articolo potrete trovare la locandina ed il programma per l'evento che si terrà il 22 Settembre presso Villa Manin Cantarella

 

Centocinquanta minuti di concerto hanno fatto vibrare di energia e passione l’animo del pubblico - arrivato inaspettatamente numeroso - all’evento “Emozioni in Musica” presentato nella Sala Convegni dell’Associazione Culturale “per un mondo migliore” sabato 1° giugno.
Il concerto “Ritmo Esplosivo” ha creato momenti forti e coinvolgenti attraverso professionisti esperti quali Cinzia Honnorat e i Pangea, il ballerino Numa Rabellino e la pianista russa Maryam Mukhammedova.
A completare di colore il concerto alcuni dipinti bellissimi alle pareti della sala, tra cui quelli dell’artista Miriam Bressan, che ha rappresentato cieli infiniti di note musicali.
Cinzia Honnorat ha aperto la serata con la musica di W. Reifender, Crossover, del suo Sud Africa - dove ha studiato percussioni - richiamando il pubblico al ritmo del tamburo ad un suono di ardore straordinario, volando poi alla terra Brasiliana con brani di N. Rosauro, Preludio in mi minore e A. Gomez, Gitano, con i suoni dolci e allegri della marimba.
Melodie avvolgenti dalla grande Russia di S. Rachmaninov: Elegia Op. 3 N. 1 e Momento musicale Op. 16 N. 4, suonate al pianoforte dalla pianista Maryam Mukhammedova, che ha trasportato gli animi in una deliziosa armonia con l’Universo.
La danza di Numa Rabellino, come un fuoco che erompe dalla terra con movenze sinuose e misteriose, nel brano Ghanaia di W. Schmitt, eseguito da Cinzia Honnorat alla marimba e dall’arte delle percussioni dei Pangea, ha messo in evidenza come la musica sia da sempre elemento di liberazione della mente.
Tradizioni e strumenti di uomini e popoli di tutto il mondo sono stati riuniti dai Pangea: Andrea Potami, Davide Mattiazzi, Dante Calore, Alessandro Pedron, hanno meravigliato il pubblico con strumenti musicali come il santoor, proveniente dall’India, il didjeridoo, dall’Australia degli Aborigeni, il djembè e il balafon, dall’Africa occidentale, il metallofono dall’Indonesia. Ogni strumento per i Pangea ha un suo carattere, anche gli strumenti che costruiscono loro stessi con materiale di recupero: i tamburi esternano lo slancio della folla, le tastiere tocchi carezzevoli e spumeggianti come l’acqua, gli strumenti a fiato danno l’idea della vastità della moltitudine, le corde la solenne virtuosità.
I temi Goanna, Balakulanya, Ignago, Improvvisazione Maggio Cindolo, Sori, El Cumbanchero, Libertango, Rain Dance, Uccelli, Kassa, nel clima stupefatto che si era creato tra gli spettatori, hanno fatto esplodere l’entusiasmo come una cascata di fuochi d’artificio, trascinando tutti, dai più piccoli ai più grandi, a scandire il ritmo con le mani, in un tutt’uno con la musica.
Nel finale un applauso senza fine, ha scatenato gesti di ammirazione e richieste di continuare ancora ad appassionare il pubblico.
Con i loro sorrisi naturali e amicali, Cinzia, i Pangea e Maryam, hanno quindi ricominciato a suonare, regalando ancora un tempo di felicità e fervore che ha arricchito di splendide emozioni gli spettatori. Dante con la sua naturalezza ammaliante, si è diretto a suonare il suo djembè, fra gli ascoltatori, facendo ripetere alle persone le sue note magiche, battendo le mani e invitando a ripetere con occhi seducenti, chi non seguiva il ritmo, regalando così un momento di gioia e solarità ai musicisti improvvisati, incredibilmente grati di quel prezioso dono.
Ringraziamo in particolare Andrea Potami, il fondatore dei Pangea, per le parole toccanti che ci ha regalato, da cui abbiamo colto tutto il suo splendore umano, delle quali desideriamo rendere partecipi i nostri lettori: “Grazie a tutti voi che ci avete riscaldato il cuore con un incredibile entusiasmo. Serate così ripagano di tante ore di prove e duro lavoro e fanno riscoprire la musica come una sorgente che genera legami e sentimenti forti. Un abbraccio e la speranza di condividere presto ancora momenti di gioia come quelli di sabato scorso.”
Un grazie di cuore agli artisti per il grande dono di suoni, colori ed emozioni.

Gianella e Alice

 

Download Ritmo Esplosivo - Locandina - Invito

 

Programma

1) Tradizionale Africano: KASSA' – Dante Calore, djembè; Pangea, percussioni

2) D. Mattiazzi: GOANNA – Davide Mattiazzi, didjeridoo; Pangea, percussioni

3) W. Schmitt: GHANAIA – Cinzia Honnorat, marimba; Numa Rabellino, danza; Pangea,

percussioni

4) D. Calore: IMPROVVISAZIONE – Dante Calore, bombolofono

5) A. Potami: IGNAGO – Andrea Potami, santoor; Pangea, percussioni

6) A. Potami: EL SABIO – Andrea Potami, sarod; Pangea, percussioni

7) A. Potami: MAGGIO CIONDOLO – Andrea Potami, santuur; Pangea, percussioni

8) A. Potami: SORI – A. Potami, santoor; Pangea, percussioni

9) N. Rosauro: PRELUDIO IN MI MINORE – Cinzia Honnorat, marimba

10) A. Gomez: GITANO – Cinzia Honnorat, marimba

11) R. Hernandez: EL CUMBANCHERO – Cinzia Honnorat, marimba; Pangea, percussioni

12) A. Piazzolla: LIBERTANGO – Cinzia Honnorat, marimba; Pangea, percussioni

13) W. Reifeneder: CROSSOVER – Cinzia Honnorat, tamburo

14) A. Gomez: RAIN DANCE – Cinzia Honnorat, marimba; Pangea, percussioni

15) Tradizionale della Guinea: UCCELLI – Davide Mattiazzi, didjeridoo; Pangea, percussioni

16) Tradizionale Africano: BALAKULANYA – Dante Calore, djembè; Pangea, percussioni